OSPITI

La violenza sulle donne è un fenomeno la cui possibilità è estremamente diffusa nelle relazioni quotidiane. Non perché gli esseri umani abbiano una propensione naturale alla violenza, e a questa in particolare, bensì perché le sue radici, le sue forme, i suoi appigli sono nient affatto scontati ed evidenti. Anzi, sono complessi e diffusi nella stessa struttura sociale e culturale di cui facciamo parte.

 

Per agire una efficace prevenzione del fenomeno è essenziale capirne la reale natura e portata. Per questa ragione, l’esito delle elaborazioni del Tavolo Scuola e del Tavolo Città sarà portati in dialogo con Valeria Palumbo e Franco La Cecla.

VALERIA PALUMBO

 

«Io sono tanta vaga, e con tanto mio diletto converso con coloro che sanno per avere occasione ancora d’imparare, che, se la mia fortuna il comportasse, io farei tutta la mia vita e spenderei tutto ‘l mio tempo dolcemente nell’academie degli uomini virtuosi…».

                                          Veronica Franco, Lettere familiari a diversi, Venezia, 1580

 

 

 

Giornalista e storica delle donne, è stata caporedattore centrale de L’Europeo e di Global Foreign Policy, ha lavorato alla Digital Edition di Gazzetta dello Sport e al Corriere della Sera. Collabora con giornali, siti, con la Radio della Svizzera italiana e con l'Ispi e varie associazioni culturali. Tiene corsi e lezioni universitarie, scrive testi teatrali e conduce reading e incontri a festival storici e letterari. Membro di AtGender, Sis e Sil, ha pubblicato: nel 2003 Prestami il volto(edizioni Selene), vincitore del premio Il Paese delle donne (2006); nel 2004, Lo sguardo di Matidia (edizioni Selene). Per Sonzogno, Le Donne di Alessandro Magno (2005, ebook per l’Enciclopedia delle donne nel 2013), Donne di Piacere (2005) e La perfidia delle donne (2006). Nel maggio del 2007 è uscito Svestite da uomo (Bur). Nel 2008, per Odradek, Le figlie di Lilith. Nel maggio 2009, L’ora delle Ragazze Alfa (Fermento, vincitore Premio selezione Anguillara Sabazia città d’arte 2010). Nel 2010, Lo sguardo Di Matidia è stato aggiornato come La Divina suocera, poi ebook per Castello volante. Del 2010 è Dalla Chioma di Athena (Odradek); del 2011, Veronica Franco, cortigiana e poetessa (Edizionianordest, dal 2014 in ebook per l’Enciclopedia delle donne). Nel 2013: Geni di mamma (Odradek) e Quando l’arte è donna. Tetralogia teatrale (ebook, Cendon Libri); 2015: Arte, sostantivo femminile (Gam); 2016: E fummo liberi, 1943-1945 (Sandro Teti).

 

FRANCO LA CECLA

 

“Guardarsi nel genere come in uno specchio”

 

 

Antropologo, architetto, scrittore, cineasta Ha insegnato antropologia culturale presso l’Università di Venezia (Architettura IUAV), di Milano (San Raffaele), di Parigi (EHESS, Ecole des Hautes Etudes), Barcellona (UPC), Berkeley (Env. Design), Losanna, Lugano (Siupsi). È stato consulente di Renzo Piano (RPBW) e del Barcelona Regional Town Council. Si è dedicato alla vita urbana quotidiana. Ha scritto svariati libri: Contro l'Architettura (Bollati Boringhieri, 2008), La pasta e la pizza (Il Mulino, 2002), Una morale per la vita di tutti i giorni (Elèuthera, 2012) Perdersi (Laterza, 1988), Mente locale. Per un'antropologia dell'abitare (Elèuthera, 1995), Saperci fare. Corpi e autenticità (Elèuthera, 1999), Perfetti e invisibili, l'immagine dell'infanzia nei media (Skira, 2000), Surrogati di presenza. Media e vita quotidiana (Arnoldo Mondadori Editore, 2006), Modi Bruschi, antropologia del maschio (Elèuthera, 2010), Il punto G dell'uomo: desiderio al maschile (Nottetempo, 2011). Il suo documentario “I mari dentro" sulla comunità di pescatori di Terrasini emigrata a Gloucester, Massachusetts (2009) che ha vinto il premio Coast Culture del San Francisco Ocean Film festival (febbraio 2010). Ha diretto e interpretato due opere “Lasciami, ignoranza dei congedi” (Festival della letteratura di Mantova) e “Il nonno del sarto indiano” (Castello di Rivoli, Torino 2014). E stato curatore dell’esposizione “Pregare, un’esperienza umana” (Venaria Reale, Torino 2015).